BIPV - Building Integrated Photovoltaic

Tu sei qui

Casa B

Sistema architettonico: 
Tetto opaco
Destinazione d'uso: 
residenziale
Anno di costruzione sistema BIPV: 
Da 2013
Fonte: 
Altro
Casa B
Indirizzo: 
Via G. Quarenghi, Almenno San Salvatore (BG), Italia

L'edificio si inserisce in un contesto di edilizia residenziale consolidata con i caratteri tipici dell’architettura tradizionale e di aree con destinazione agricola poste a sud dello stesso. Dal punto vista paesaggistico, l'impronta a terra del fabbricato rientra nelle zone classificate di "media sensibilità" (fonte: tavola della "Sensibilità Paesaggistica", Piano delle Regole, P.G.T. vigente). La restante parte della proprietà risulta di sensibilità "molto elevata", poichè facente parte dell'intorno della chiesa di età romanica di "San Giorgio al Cimitero", risalente al XI-XII secolo, un bene architettonico e archeologico vincolato ai sensi del D.Lgs. 42/2004, risalente al XI-XII secolo, parte integrante del "Parco Urbano Pubblico San Giorgio" e ricompreso nel "Parco del Romanico", parco di valenza sovracomunale e in comunione con il vicino abitato di Almenno San Bartolomeo, nel quale ha sede l'altro edificio in stile "Rotonda di San Tomè" (fonti: tavola della "Sensibilità Paesaggistica", tavola "Quadro di Riferimento Interventi", "Norme Tecniche di attuazione", Piano delle Regole, P.G.T. vigente). Oltre a ciò, le aree verdi di pertinenza, a ridosso del nuovo edificio, sono classificate, su scala provinciale, come "Nodi di I e II livello"(fonte: tavola delle "Reti Ecologiche", Piano delle Regole, P.G.T. vigente). La vicinanza con edifici di valenza storica impone una progettazione architettonica attenta che si integri paesaggisticamente con il contesto, salvaguardando i coni visivi da e per la Chiesa di "San Giorgio al Cimitero" senza alterarne la percezione e senza elementi, anche impiantistici, di forte impatto. 

Il nuovo edificio si articola su un unico piano fuori terra e uno interrato. Al di sopra del primo piano è presente un'intercapedine. Al piano interrato, invece, è possibile accedere sia dall'ingresso principale all'abitazione (fronte nord), percorrendo una scala di collegamento interna, sia dalla rampa carrabile esterna posta nelle vicinanze dell'accesso alla proprietà (zona nord). Al piano sono presenti un'ampia autorimessa e un locale disimpegno di accesso alla scala che collega i due livelli (interrato e terra). Il piano terra invece, accessibile dall'accesso principale posto a nord, è caratterizzato da una zona ingresso dalla quale si accede al soggiorno a sua volta collegato alla zona cucina. Dal soggiorno per mezzo di un disimpegno si accede ad alcuni locali di servizio posti e nord-ovest: uno studio, una lavanderia ed un bagno. Da un ulteriore disimpegno, posto a est, si accede alla zona notte composta da tre camere, due delle quali dotate di cabina armadio, ed un bagno. Nei pressi della zona ingresso infine trova collocazione un vano tecnico all'interno del quale verranno installati gli apparati tecnologici a servizio del nuovo fabbricato.

All'esterno dell'immobile la conformazione del terreno è rimasta tale a quella precedente al progetto, fatte salve alcune eccezioni in corrispondenza dell'ingresso alla proprietà. Infatti sono stati creati i necessari percorsi pedonali che dalla via Quarenghi portano all'ingresso al fabbricato e i percorsi pedonali che dalla stessa via pubblica colleghano la rampa di accesso al piano interrato. Inoltre è stata creata una zona di sosta per mezzi in prossimità dell'area posta a est del nuovo fabbricato. L'area verde di pertinenza a sud, verso la chiesa di "San Giorgio al Cimitero", è stata realizzata ponendo particolare attenzione al contesto storico ed alla valenza artistica della stessa, evitando quindi impianti verdi che possano alterarne la percezione o che possano "disturbare" l'inotrno dell'edificio vincolato.

Le aperture finestrate lungo i prospetti sono chiuse da serramenti in legno-metallo con vetratura tripla, mentre gli elementi oscuranti sono del tipo “Griesser”, cioè lamelle impacchettabili verso l’alto e inclinabili per consentire la regolazione del flusso luminoso e irradiante in entrata. Tali elementi indispensabili per la tipologia dell'edificio sono in metallo. Per quanto concerne le facciate è stata realizzata una finitura ad intonaco di colore bianco, al fine di garantire la neutralità percettiva dai punti di vista vicini alla chiesa di "San Giorgio al Cimitero".

Sia l’involucro che gli aspetti impiantisci sono stati pensati e progettati per ottenere un edificio dalle elevate prestazioni energetiche (passive-house), con particolare riguardo all’ottenimento di un comfort interno elevato e personalizzabile. L'abitazione è dotata di impianto domotico per il controllo dei carichi e per piccole funzioni interne come la regolazione delle veneziane esterne. Sono state ottenute certificazioni Casaclima e Cened.

 

Integrazione estetica

La copertura è caratterizzata falde disposte “a capanna” con diverso andamento del colmo solo per la zona centrale dell'edificio, in modo da creare un disegno vivace e non banale. Il manto di finitura è realizzato con tegole rettangolari lineari (marca CREATON, tipo "Tegola Liscia", modello "Domino"), mentre i canali di gronda e i pluviali sono in acciaio. Sulla falda rivolta a sud sono stati posizionati gli impianti tecnologici per la produzione di energia derivante da fonti rinnovabili (fotovoltaico). Tali componenti impiantistiche sono completamente integrate esteticamente nella medesima falda, garantendo: (i) medesima inclinazione e orientamento; (ii) copertura uniforme della falda; (iii) rispetto delle cromie del luogo. I moduli fotovoltaici utilizzati sono stati forniti dalla stessa ditta produttrice del manto di copertura (moduli "Solesia" - CREATON con potenza di picco installata pari a 8 kW), in modo da rispettare le dimensioni e il passo del manto stesso. Infine, si è deciso di avere un'integrazione cromatica con la falda, garanetendo anche una neutralità percettiva, architettoinco-materico-cormatica, dalla vicina chiesa di "San Giorgio al Cimitero".

Integrazione energetica

L'energia prodotta viene utilizzata per le sole necessità dell'abitazione. E' stato attivato anche il sistema dello scambio sul posto con la rete nazionale. 

Intergazione tecnologica

Sulla falda rivolta a sud sono posizionati i necessari impianti tecnologici per la produzione di energia derivante dal sole. Tali moduli fotovoltaici svolgono la doppia funzione di elementi captanti ed elementi sostitutivi alle tegole. Essi collaborano cioè a proteggere l'involucro dall'azione degli agenti atmosferici, a convogliare le acque meteoriche nei punti di scolo e a favorire un adeguato isolamento acustico. Per questo, i moduli si integrano perfettamente agli altri elementi tecnologici del manto di copertura. Ciò garantisce un'elevata neutralità percettiva dalla vicina chiesa di "San Giorgio al Cimitero".

Processo decisionale

La necessità di realizzare un impianto fotovoltaico completamente integrato nasce in prima battuta da una scelta progettuale che mira a ottenere il più alto grado di iserimento dello stesso sulla copertura, sia esso formale sia cromatico che funzionale. Infatti, l'impianto risulta rivolto verso il cono percettivo dalla chiesa di San Giorgio al Cimitero all'interno del parco del romanico e pertanto non doveva essere impattante o invasivo agli occhi dei passanti per via del vincolo paesaggistico ricadente sulle medesime aree.  

L'iter autorizzativo ha comportato in prima battuta un'autorizzazione paesaggistica in conformità con le attuali normative vigenti a livello locale e sovra-locale. Tale parere è risultato positivo, sia per la cromia dei pannelli ma soprattutto per la perfetta integrazione con il manto di copertura. La potenza di picco prevista a livello progettuale è stata dimensionata sui cosumi futuri previsti dalla macchina "Abitazione", sia per quanto concerne l'uso interno alla stessa, sia per gli apparati impiantistici previsti per le pertinenze esterne (impianto di video sorveglianza, impianto di irrigazione e manutenzione del verde). Dalla stima fatta si presume che l'impianto fotovoltaico sia sufficiente per coprire i consumi della proprietà intesa in senso generale solo per il periodo invernale, quando cioè gli impianti a servizio delle pertinenze esterne verdi non saranno in funzione o, comunque, se ne farà un utilizzo limitato rispetto a quello richiesto durante il periodo estivo.

Lesson learnt

L'iter svolto per l'ottenimento delle autorizzazioni paesaggistico-edilizie ha permesso di capire la bontà della soluzione proposta, poichè condivisa dagli enti preposti al loro rilascio. Nonostante lo stesso sia stato di non breve durata, il risultato ottenuto ha ripagato gli sforzi fatti sia in fase di progettazione - ricerca e contatti con le imprese froduttrici e fornitrici, attenzione ai detagli costruttivi - che in fase realizzative - rapidità di installazione.

Dati

DATI EDIFICIO

Tipologia progetto: 
Nuova costruzione
Destinazione d'uso: 
Residenziale
Sistema di integrazione: 
Tetto inclinato opaco

DATI SISTEMA BIPV

Tipologia moduli: 
Moduli custom
Tecnologia FV: 
Creaton GmbH - Creaton Italia s.r.l., modulo "Solesia"
Potenza nominale [kWp]: 
8
Dimensione sistema [m²]: 
57
Dimensioni moduli [mm]: 
1778x355
Orientamento: 
Sud
Inclinazione [°]: 
circa 20

COSTI SISTEMA BIPV

Costo totale [€]: 
-
€/m²: 
-
€/kWp: 
-

DATI PRODUTTORE

Produttore: 
Creaton GmbH - Creaton Italia s.r.l.
Indirizzo: 
Via Bruno Maderna, 7
Contatto: 
info@creatonitalia.it

Map

Via G. Quarenghi, Almenno San Salvatore (BG), Italia

Invia i tuoi casi studio e prodotti

  1. Login / Registrati sulla nostra piattaforma
  2. Riempi il modulo tecnico
  3. Attendi la revisione del Team Eurac
  4. I tuoi contenuti sono pubblicati online